fbpx
La sostenibilità nel cibo Che cos’è e come iniziare?

La sostenibilità nel cibo Che cos’è e come iniziare?

Sapevate che l’implementazione della sostenibilità nel cibo è essenziale per la salute e il benessere? Pertanto, dobbiamo essere consapevoli di mangiare una dieta varia e sicura che fornisce le sostanze nutritive necessarie per una vita sana e attiva. In Greenuso ci impegniamo per una trasformazione sostenibile e per la creazione di modelli di alimentazione e di sistemi sani. Ecco perché oggi vi parleremo di cibo sostenibile e vi daremo alcune idee per mangiare in modo sostenibile ed ecologico.

Cos’è la sostenibilità nel cibo?

Questo tipo di cibo è conosciuto come cibo sostenibile. È un modo di mangiare sano e allo stesso tempo di promuovere il rispetto per l’ambiente. Essa sostiene la riduzione dell’inquinamento, la lotta contro il cambiamento climatico e l’emissione di gas a effetto serra. Così, come il rafforzamento della biodiversità terrestre e marina e la protezione degli ecosistemi. Il cibo sostenibile comprende verdure, legumi, frutta di stagione e la riduzione del consumo di prodotti ultra-lavorati.

Vantaggi di una dieta sostenibile

La dieta di alcune persone è spesso dannosa, poiché porta ad alcune malattie come l’obesità . Questi sono legati al consumo di prodotti animali, cereali raffinati e zuccheri. Pertanto, consumando cibo sano e sostenibile, molti fattori di rischio nello sviluppo di malattie e di morte prematura potrebbero essere evitati. Inoltre, una dieta sostenibile ha anche altri vantaggi , come ad esempio
  • Agire contro il cambiamento climatico.
  • Proteggere le foreste.
  • Migliora la salute.
  • Contribuisce alla sicurezza alimentare.
  • Favorisce la sopravvivenza delle specie minacciate.
  • Conserva le risorse idriche.
>  Trucco definitivo per piantare un ananas senza semi

Idee per mangiare in modo ecologico

Se vogliamo ottenere un’alimentazione sostenibile, dobbiamo impegnarci per il nostro ambiente. Un modo eccellente per raggiungere questo obiettivo è quello di cambiare le nostre abitudini alimentari, cioè di rendere il nostro consumo più sostenibile:

1. Scommettere sui prodotti locali e stagionali

Mangiare cibi come verdura o frutta di stagione. Se si acquista cibo di stagione, si ha la garanzia di avere cibo fresco con un alto valore nutrizionale. alimentacion sostenible Inoltre, il suo processo di maturazione avviene in modo naturale. Ciò significa che i fornitori conserveranno gli alimenti nei depositi frigoriferi industriali fino a quando non saranno venduti. Se si acquista cibo locale si contribuisce alla riduzione delle emissioni di carbonio. Questi derivano dal trasporto che deve essere utilizzato per portare il cibo in zone remote.

2. Mangiare più frutta e verdura

Mangiare una dieta equilibrata, come si può fare? Ciò è possibile aumentando la percentuale di frutta, verdura e legumi consumati e riducendo gli alimenti di origine animale. Questo tipo di cibo è molto più sano per gli esseri umani.

3. Non consumare eccessivamente alimenti di origine animale

Negli ultimi anni la popolazione mondiale ha consumato sempre più prodotti di questo tipo. Sta quindi avendo conseguenze negative per l’ambiente. Se moderate il consumo di carne avrete una dieta molto più sana. Il consumo eccessivo di alimenti di origine animale comporta di conseguenza il rischio di soffrire di alcune malattie come il diabete, problemi cardiovascolari e alcuni tipi di cancro.

4. Scegliere il naturale

I prodotti trasformati o precotti non sono raccomandati per un’alimentazione sana. Non sono prodotti freschi e non rispettano la stagionalità della stagione, in quanto si possono trovare in qualsiasi periodo dell’anno. Inoltre, sono più calorici e contengono una percentuale più alta di zuccheri, grassi e additivi.
>  Come personalizzare i bicchieri di plastica in modo creativo

5. Scommettere sul consumo sostenibile

Compra solo quello che ti serve veramente. In questo modo, produrrete meno rifiuti e contribuirete a prevenire lo spreco di cibo. Per raggiungere questo obiettivo, potete pianificare i vostri menu settimanali, congelare il cibo che non mangerete, ecc.

6. Scegliere prodotti sfusi

Si tratta di una buona opzione al momento dell’acquisto, poiché i prodotti sfusi riducono l’impatto dell’uso dell’imballaggio. Tuttavia, hanno una durata di conservazione più breve e devono essere conservati correttamente.

7. Evita lo spreco di cibo

Non sprecare il cibo porterebbe a un uso efficiente del territorio e a una migliore gestione dell’acqua. Ciò ha un effetto positivo sulla lotta contro il cambiamento climatico. Per evitare lo spreco di cibo vi consigliamo:
  • Servire piccole porzioni sul piatto in modo che il cibo non venga buttato via se c’è un’eccedenza.
  • Riutilizzare gli avanzi di cibo e preparare nuovi piatti.
  • Acquistate in modo intelligente, cioè solo ciò di cui avrete bisogno e che consumerete.
  • Mantenere la temperatura indicata nel frigorifero per conservare bene il cibo.
  • Trasformare gli avanzi di cibo in compost.

8. Guarda le etichette verdi e di sostenibilità

Verificare che il cibo sia ecologicamente responsabile e non contenga elementi tossici come pesticidi o fertilizzanti chimici. Ricordate, sono molto contaminanti per l’ambiente. Ci sono molti sigilli che garantiscono la sostenibilità del prodotto e che potete trovare sulla sua etichetta. Tra i più popolari sono:
  • Logo biologico dell’UE: fornisce un’identità visiva sui prodotti biologici venduti in tutti i paesi dell’UE.
  • Fairtrade: Certifica che il prodotto è conforme agli standard del commercio equo e solidale.
  • UTZ: Certifica il processo di agricoltura sostenibile e le buone pratiche.
Se mettete in pratica queste abitudini nella vostra dieta, optate per un’alimentazione sostenibile e sana, oltre che per il vostro contributo alla cura del pianeta. Siete pronti per questa sfida sostenibile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alle nostre Newsletter