fbpx

Ficus robusta: consigli per mantenerlo e prolungarne la vita

Ficus Robusta

Il Ficus robusta, noto anche come Ficus elastica, è una pianta ornamentale che si caratterizza per essere molto bella ed elegante. È una delle poche piante in grado di sopravvivere sia all’interno che all’esterno.

Ecco perché è interessante sapere come coltivare e curare il Ficus robusta, consigli per mantenerlo e prolungarne la vita, e da Greenuso vi diciamo: cominciamo!

Origine del Ficus robusta

È un albero originario dell’India e dell’Indonesia. Di solito raggiunge i 30-40 metri di altezza. Il suo nome scientifico è Ficus elastica. Ha foglie grandi, larghe, coriacee, intere e coriacee.

Ficus Robusta

È una pianta ideale per chi vuole una pianta resistente e facile da curare. Le sue foglie sono molto belle in ogni tipo di casa e di arredamento, perché riempiono di eleganza ogni spazio.

Tipi di ficus robusta

Ci sono molti tipi di ficus robusta e tutti hanno bisogno di cure simili. Ciò che differenzia i loro tipi è il colore delle loro foglie. Tra loro ci sono:

  • Ficus robusta Tineke: Toni verde chiaro e verde scuro.
  • Ficus robustaRubino: Le sue foglie sono di tonalità verde e rosa.
  • Ficus robustaBurgundy: Le foglie di questo tipo di ficus robusta sono di colore verde scuro.
  • Ficus robustaShivereana: Una combinazione di verde, crema e un rosa tenue.

Ficus robusta: Cura

Se volete che il vostro ficus robusto sia ben curato per un lungo periodo di tempo, vi consigliamo la seguente cura:

Illuminazione e temperatura

Il luogo in cui si sceglie di collocare questa pianta dovrebbe permettere di assorbire molta luce, ma in modo indiretto. Proviene da regioni molto calde, quindi preferisce vivere in spazi con queste caratteristiche.

Tuttavia, può adattarsi a luoghi con meno luce, ma la sua crescita sarà più lenta e con meno foglie. Non può resistere a temperature molto fredde, quindi è importante ripararsi durante l’inverno.

>  Spazzolini ecologici: consigli per scegliere il meglio

Le basse temperature possono causare danni come la perdita di foglie o una crescita stentata. Se si nota che la pianta sta facendo cadere le foglie, significa che sta avendo difficoltà ad adattarsi al suo nuovo spazio.

Ficus Robusta: Irrigazione

Il Ficus Robusta è una pianta molto resistente, purché siano soddisfatte le sue due principali esigenze: l’irrigazione e l’illuminazione.

Questa pianta richiede un ‘annaffiatura piccola e moderata. In altre parole, può resistere alla siccità e bisogna fare attenzione a che il terreno sia completamente asciutto prima di innaffiare. Se l’irrigazione viene fatta in eccesso, può influenzare le radici fino a farle marcire.

Un modo per evitare che ciò accada è quello di irrigare dal basso. Questo può essere fatto mettendo la pentola in un vassoio o in un contenitore con acqua, coprendo il fondo.

Lasciatelo così per diverse ore e assorbirà da solo tutta l’acqua di cui ha bisogno. Poi la si toglie e si lascia scolare l’acqua in eccesso per un paio d’ore.

Abbonato

Questa pianta può essere concimata con fertilizzanti liquidi universali. Dopo averlo diluito bene applicatelo durante la primavera e potete ripeterlo in estate. Evitare di usarne troppo, perché si può bruciare la pianta.

Il ficus Robusta non è molto esigente, quindi va bene se non lo fertilizzate spesso o vi dimenticate di innaffiarlo ogni tanto.

Prugna secca

Alla fine dell’inverno è consigliabile rimuovere i rami secchi, malati o deboli e potare quelli troppo cresciuti. È essenziale applicare pasta curativa o cenere sui tagli in modo che guariscano meglio.

Se questa pianta riceve abbastanza luce, sarete sorpresi di quanto velocemente cresce, quindi è essenziale che prestiate attenzione in modo che non cresca troppo a lungo e non troppo a foglia.

>  Contenitori per il riciclaggio: colori e tipi

Parassiti e malattie

Sebbene sia una pianta molto resistente, può essere attaccata da parassiti e funghi, che possono danneggiare le sue radici. Per evitarlo e prevenirlo, è necessario non innaffiarlo eccessivamente e trattarlo occasionalmente, con rame o zolfo, cospargendolo sulla superficie del substrato o del terreno.

È consigliabile trattare e rimuovere i parassiti dal primo sintomo che si osserva nella nostra pianta.

Ficus Robusta: Riproduzione

Il Ficus Robusta può essere riprodotto per propagazione asessuata, cioè piantando le talee. Il modo per realizzare le talee Ficus robusta è il seguente:

  • Tagliare un ramo lungo circa 30 cm.
  • Impregnate la base con composti radicanti fatti in casa o polvere di ormone radicante.
  • Piantare in un vaso con un substrato di coltivazione universale mescolato con il 30% di perlite o sabbia di fiume lavata. Poi si innaffia.
  • Infine, il vaso viene posto in un luogo indirettamente illuminato.
  • Entro 15-20 giorni si possono vedere le radici di una nuova pianta.

Un altro modo per ottenere un nuovo esemplare di Ficus Robusta è quello di introdurre le talee in un contenitore con acqua. Per questo, dovreste cambiare il liquido e pulire il contenitore ogni giorno, e sicuramente vedrete nuove radici in circa tre o quattro settimane.

Indubbiamente il Ficus Robusto è una bella pianta ornamentale da non perdere, in quanto è indispensabile per purificare l’ambiente domestico. E se ce l’avete già, tenete conto di questi consigli per mantenerla e prolungarne la vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *