fbpx

Come separare la spazzatura a casa?

Cómo separar la basura en casa

Se volete saperne di più su Come separare la spazzatura a casa? Allora avete trovato il posto giusto.

Voglio iniziare dicendovi che un giorno ho trovato mio figlio che guardava un programma televisivo sull’ambiente. Da quel momento in poi, si è preoccupato dell’inquinamento e del riciclaggio.

Da bravo bambino di 8 anni, fa domande, alle quali io rispondo con il poco che so sull’argomento. La verità è che ho anche dovuto indagare e studiare l‘argomento, e sono rimasto completamente sorpreso.

Per molto tempo ho pensato che fosse perfettamente in grado di separare i rifiuti inorganici e riciclabili in casa. Tuttavia, ho scoperto che non sto svolgendo questo compito in modo corretto per il massimo beneficio.

Ecco perché voglio che leggiate questo post, dove vi mostrerò il modo corretto di separare la spazzatura a casa. In questo modo “inizieremo il cambiamento da casa”, come mi dice mio figlio.

Perché dovremmo separare la spazzatura a casa?

Cómo separar la basura en casa

È importante separare la spazzatura dalla casa per contribuire alla catena del riciclaggio. Se effettuiamo una buona separazione, quando i rifiuti arrivano nell’impianto dove vengono trattati, una parte di essi può essere utilizzata. Al contrario, se non può essere utilizzato, viene portato alla discarica e noi sosteniamo la contaminazione.

Che cosa sono i rifiuti organici e inorganici?

Il riconoscimento del tipo di immondizia o di rifiuto è un fattore primario nella separazione dei rifiuti. I rifiuti possono essere distribuiti in due grandi gruppi a seconda della loro origine: di tipo organico e inorganico.

Un rifiuto organico è di origine biologica, animale o vegetale. All’interno di questo tipo di rifiuti si trovano scarti di cibo senza sacchetti, ossa, gusci d’uovo, tovaglioli usati, feci, ecc. Oltre a questo elenco, ci sono anche animali morti, sughero naturale, frutta, verdura, frutta e scorze di verdura.

D’altra parte, i rifiuti inorganici sono quelli che non provengono da organismi viventi. Questo tipo di rifiuti è generalmente il risultato di processi artificiali o industrializzati.

Si tratta di tipi di rifiuti inorganici: bottiglie di vetro, lattine di alluminio, batterie, contenitori di plastica, ecc.

Cosa si deve considerare quando si separano i rifiuti in casa?

Quando si separano i rifiuti è importante considerare cosa dovremmo fare per gestire in modo efficiente i rifiuti in casa.

Inizialmente, è importante sapere come vengono classificati i rifiuti o la spazzatura. Dobbiamo separare e distribuire il materiale che è riciclabile e il materiale che è spazzatura.

Come già sappiamo, la plastica, la carta, il cartone, il vetro, il metallo, l’abbigliamento e i tessuti sono tutti materiali riciclabili. Naturalmente, questi oggetti devono essere tenuti puliti quando vengono smistati.

I rifiuti organici come scarti di cibo, piante, plastica, carta, cartone, vetro e tessuti sporchi sono spazzatura. Inoltre, i rifiuti umidi o bagnati che buttiamo via sono spazzatura.

Cosa dobbiamo fare dopo aver separato la spazzatura?

È necessario andare oltre la distribuzione o la separazione dei rifiuti, è consigliabile incorporare la codifica della raccolta urbana. Possiamo farlo attraverso quanto segue:

Pulizia e asciugatura

Il metallo, il vetro, la plastica, che sono riciclati, devono essere lavati per mantenerli puliti prima dello smaltimento. Sappiamo che è un’attività che può essere noiosa o scomoda, ma con il passare del tempo diventerà quotidiana.

Distribuzione per colore

Si consiglia di distribuire i rifiuti in base alla loro natura in grandi contenitori identificati dal colore. Nel caso di carta e cartone identificarli con il colore blu. Per le lattine e il materiale plastico si consiglia il colore giallo.

Se i rifiuti sono di vetro dobbiamo identificare la confezione con il colore verde. I rifiuti organici devono essere identificati con il colore marrone. Infine, collocheremo il colore grigio in quei contenitori dove collochiamo i rifiuti che non possono essere riciclati.

L’identificazione per tipo di colore può variare, cioè essere soggetta ad alcune disposizioni del municipio dove siamo residenti.

Mettere ogni materiale al suo posto

Dovremmo scoprire se non sappiamo dove dovrebbe essere collocato un determinato tipo di rifiuti. Può darsi che non sappiamo dove collocare un materiale non molto comune e lo svuotiamo nel contenitore sbagliato.

Non commettere errori

Se volete davvero che la vostra spazzatura sia riciclata, non fate cose come mettere del cartone in sacchetti di plastica. Inoltre, non mettere la plastica all’interno di sacchetti di plastica, cioè non riempire un materiale con un altro per evitare inconvenienti.

È inoltre necessario verificare che i sacchi in cui andremo a collocare i rifiuti siano adeguatamente chiusi. Questo per evitare che i rifiuti organici non vengano buttati via e mescolati con rifiuti inorganici.

Che cos’è il riciclaggio dei rifiuti organici?

Di solito si dice che gli elementi riciclabili sono generalmente di tipo inorganico, ad eccezione della carta e del cartone. Tuttavia, è anche importante considerare nelle nostre case la possibilità di riciclare i rifiuti organici.

Questo riciclaggio si riferisce alla trasformazione dei rifiuti organici in risorse o materiali che possono essere utilizzati per un certo beneficio. Considerando che i rifiuti organici sono biodegradabili, possono essere utilizzati per produrre fertilizzanti e altri scopi.

Anche i rifiuti organici hanno un impatto ambientale, per cui è necessario riciclarli per ridurre i livelli di inquinamento.

Cosa possiamo fare oltre a separare la spazzatura?

L’idea non è solo quella di applicare le modalità per garantire un’efficiente separazione dei rifiuti, ma anche di creare una consapevolezza ambientale. Possiamo aiutare applicando strategie che minimizzano l’impatto ambientale dei rifiuti che produciamo almeno dalle nostre case.

Un’attività utile è quella di sostituire, per quanto possibile, l’uso di prodotti inorganici con prodotti biodegradabili. Questo può essere applicato perfettamente con tazze, piatti, borse e altri materiali che usiamo comunemente in casa nostra.

Dovremmo sempre puntare a sostenere l’iniziativa di prodotti biodegradabili, ecologici o compostabili che si trovano sul mercato. Qualsiasi iniziativa a favore dell‘ambiente vale la pena di adottarla e di renderla parte della nostra vita.

Molti prodotti creati con la premessa di aiutare l’ambiente si trovano nei negozi online. Su greenuso.com trovi uno spazio per acquistare una varietà di prodotti in armonia con l’ambiente.

Sul nostro sito è possibile ottenere da bicchieri per bevande usa e getta, stoviglie e scatole per il cibo, a sacchetti per la spazzatura. E una cosa molto importante è che abbiamo ottimi prezzi e promozioni.

Vi invitiamo a venirci a trovare! Collaborate con l’ambiente! E vi invitiamo anche a mettere in pratica ciò che avete imparato su come separare la spazzatura a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *